Hot

Opere di arte pubblica che suggeriscono la ragione della loro esistenza

No ad for you

Mysterious Places è una serie di proposte di arte pubblica in acciaio verniciato progettate dall’artista e designer Michael Jantzen per ispirare i visitatori a creare storie su ciò che queste opere sono e come ci sono arrivate. Tutti sono progettati per suggerire una determinata ragione per la loro esistenza. Lo scopo specifico, tuttavia, non era originariamente una parte di coscienza della loro creazione. Gli elementi che compongono la costruzione di ciascuno di essi suggeriscono che esiste una ragione ben precisa della loro esistenza all’interno dell’intera costruzione. Alcuni dei Luoghi Misteriosi sono effettivamente accessibili attraverso varie scale incorporate nelle strutture.

one

two

Le proposte one e two di Mysterious Places potrebbero riferirsi a una sorta di osservatorio futuristico. Le foto three e four potrebbero sembrare un gigantesco dispositivo di rilevamento di qualche tipo. Le foto five e six potrebbero suggerire che questo luogo misterioso è una sorta di monumento futuro. Forse le foto seven e eight potrebbero riferirsi all’esistenza di un padiglione cerimoniale sacro la cui funzione è sconosciuta. Le foto nine e ten potrebbero ispirare a interpretare questo Mysterious Place come una sorta di super impianto di raccolta e stoccaggio di energia solare. Le foto eleven e twelve potrebbero suggerire ai visitatori che questo luogo misterioso potrebbe essere stato costruito come una sorta di localizzatore di visite aliene.

In tutti i casi, l’intenzione di Michael Jantzen era quella di progettare luoghi speciali che non sono mai stati visti prima e, di conseguenza, funzionare come luogo di ritrovo pubblico che incuriosirà i visitatori per molti anni a venire.

three

four

five

six

seven

eight

nine

ten

eleven

twelve

Michael Jantzen, artista e designer a sostegno di innovazione e sostenibilità

Michael Jantzen è molto conosciuto in tutto il mondo come artista e designer. Il suo lavoro è stato presentato in centinaia di articoli su libri, riviste, giornali e sul web. Il suo lavoro è stato pubblicato su giornali come LA Time, New York Times e riviste come Newsweek, U.S. News & World Report e Wired. È stato anche pubblicato in libri come Architecture in the 20th Century, Architecture in the United States, Atlas of Eco-architecture e Architecture Art. Il suo lavoro è stato mostrato in molte gallerie e in vari documentari televisivi. È stato inoltre esposto al National Building Museum, al Canadian Center for Architecture, alla Harvard School of Design and Architecture, al Santa Fe Institute e al Museum of Modern Art di New York.

La maggior parte del suo lavoro fonde arte, architettura, tecnologia e design sostenibile. L’innovazione estrema è il suo obiettivo in tutto ciò che crea. Gran parte di questa innovazione è stata focalizzata sulla reinvenzione dell’ambiente costruito, della scultura e della fotografia.

Visita il suo sito web per saperne di più o l’elenco delle sue opere.