Categorie: Lifestyle

6 musei da visitare a Budapest

No ad for you

Sul territorio di Budapest sono presenti tantissimi musei. Da quelli che collezionano opere d’arte a quelli dedicati alla storia dell’Ungheria. Se avete in programma di fare un viaggio a Budapest, nella capitale ungherese, questa guida vi aiuterà a scoprire quali sono i principali musei da visitare in città.

Museo di Belle Arti

Il Museo di Belle Arti (Szépművészeti Múzeum), aperto al pubblico dal 1906, si trova in Piazza degli Eroi. Il museo ospita 6 collezioni permanenti, tra cui la collezione d’arte egizia, una delle più ricche nel suo genere in Europa centrale. A seguire, la collezione delle antichità greco-romane. Questa, con oltre 5000 pezzi tra statue, tessuti e ceramiche, riesce a fornire un’ampia immagine dell’arte greca, etrusca e romana.

La collezione dei dipinti antichi, chiamata tradizionalmente “Galleria dei Maestri Antichi”, include una considerevole sezione di opere italiane. Da Giotto a Tiepolo, si passa per i più grandi maestri del Rinascimento, tra cui Raffaello, Tiziano, Tintoretto e Veronese. La sezione spagnola possiede opere di Goya, Velázquez e Ribera e la sezione fiamminga e olandese vanta nomi di artisti quali Van Dyck, Rembrandt e Rubens. All’interno del museo sono anche presenti una sezione francese, una britannica e una tedesca, arricchita da opere di rilievo di Dürer. Una raccolta di sculture fino al XIX secolo, ospita anche un’opera scultorea attribuita a Leonardo da Vinci; si tratta di una statuetta equestre di bronzo. Oltre 8.000 disegni e quasi 100.000 stampe formano la collezione di disegni e di stampe.

Infine, la collezione di “Arte dopo il 1800” è caratterizzata da un forte accento su grandi artisti francesi. Qui è possibile vedere opere dei maggiori esponenti dell’impressionismo francese, tra cui Manet, Gauguin, Monet e Rodin.

Insomma, non c’è che dire. Per gli appassionati dei dipinti, ma anche di storia dell’arte antica, visitare il Museo di Belle Arti è una tappa da non saltare.

Museo Casa del Terrore

Il Museo Casa del Terrore (Terror Háza) è situato su Viale Andrássy, un viale molto frequentato che conduce a Piazza degli Eroi in cui è situato, come abbiamo visto, il Museo di Belle Arti. Il Terror Háza è situato in un edificio divenuto nel corso del tempo un luogo simbolico della storia dell’Ungheria. Il palazzo in questione, infatti, in un primo momento fu scelto come sede dal partito filonazista ungherese. Successivamente, dal 1945 al 1956, l’edificio fu sede della polizia segreta Avh, nome usato per designare la temuta polizia politica comunista.

L’Ungheria è un paese che purtroppo ha conosciuto entrambe le dittature protagoniste del ‘900 e questo è il tema centrale di tutto il museo. Il Terror Háza espone una considerevole quantità di documenti, immagini, filmati e ricostruzioni. L’intento del museo è quello di raccontare la storia delle oppressioni ungheresi nel corso del ‘900, una storia fatta di prigionia, esecuzioni capitali e deportazioni. Molte sezioni del museo pongono l’accento sulla potente arma della propaganda usata da entrambi gli antipodi: il regime totalitario nazista e quello comunista.

Galleria Nazionale Ungherese

La Galleria Nazionale Ungherese (Magyar Nemzeti Galéria), fondata nel 1957, ha sede nel Palazzo Reale di Buda, l’antica città situata a ovest del Danubio che nel 1873 fu unita a Pest e Óbuda per costituire la capitale Budapest. La Galleria, con circa 100.000 opere appartenenti a uno spazio temporale che va dal Medioevo a oggi, ospita una ricca collezione di opere d’arte ungheresi.

Tante le esibizioni permanenti tra cui quella sull’arte gotica dal 1300 al 1500 e quella sugli altari alati e le sculture in legno, usate nelle chiese medievali come ornamenti. A seguire, la collezione di sculture in pietra. L’esposizione permanente dell’arte tardo-rinascimentale e barocca del Regno ungherese e dell’Europa centrale tra il 1550 e il 1800, si sviluppa a partire da alcuni lavori manieristi eseguiti a Vienna e a Praga intorno al 1600. Inoltre, è presente un’esposizione di statue di marmo bianco dall’inizio del secolo scorso agli anni ’20.

Al primo piano della galleria c’è la mostra permanente di opere ungheresi dal 1810 al 1900 in cui compare Mihály Munkácsy, della corrente del realismo, insieme ai pittori ungheresi che hanno seguito le sue orme. La sezione “Tempi moderni” è dedicata all’arte ungherese tra la fine dell’800 e la fine della Seconda Guerra Mondiale. L’arte ungherese dopo il 1945 mostra invece, attraverso opere rappresentative, il legame dell’arte ungherese del periodo con le tendenze contemporanee europee. Infine, la mostra presenta una ricca selezione di alcune delle opere principali del Museo delle Belle Arti.

Ricordiamo che all’interno del Castello di Buda (Palazzo Reale) c’è anche la Biblioteca Nazionale e il Museo Storico di Budapest.

Info
Sito: www.mng.hu/en
Indirizzo: Szent György tér, 2

Museo di Arte Applicata

Varrebbe la pena di visitare il Museo d’Arte Applicata (Magyar Iparművészeti Múzeum) soltanto per il palazzo che lo ospita. Progettato da Ödön Lechner, architetto che fu soprannominato il “Gaudí ungherese”, insieme a Gyula Pártos, e costruito tra il 1893 e il 1896, il palazzo è un capolavoro di Art Nouveau ungherese che presenta alcune caratteristiche speciali.

La facciata esterna è sormontata da una cupola e alcune sale sono circondate da portici a due piani e sormontate da tetti in vetro. Le piastrelle usate per decorare il tetto dell’edificio sono state appositamente realizzate dalla storica ditta ungherese di porcellane Zsolnay. Per immaginare quanto sia storica questa ditta, basti pensare che la fabbrica oggi ospita un museo dedicato alle opere che l’hanno coinvolta. La ditta, con sede nella città di Pécs, decorò anche alcune pareti interne ed esterne del Museo.

Info
Sito: www.imm.hu/
Indirizzo: Üllői út 33-37

Museo Nazionale Ungherese

Tra i musei da visitare a Budapest non può mancare il Museo Nazionale Ungherese (Magyar Nemzeti Múzeum), situato su Múzeum krt. Il palazzo che lo ospita è di epoca classica ed è considerato uno dei più belli di tutta l’Ungheria.

Come la Galleria Nazionale Ungherese, anche questo museo è un’esposizione della storia dell’Ungheria dal Medioevo a oggi. Due sono i percorsi principali destinati proprio a questo scopo. Nel primo, è possibile vedere gli avvenimenti principali della storia ungherese nel periodo medievale. Nel secondo, il percorso presenta le personalità più importanti e gli eventi chiave dell’epoca moderna e successiva.

Tra le reliquie di maggiore interesse presenti nel museo c’è il mantello dell’incoronazione fatto realizzare da re Stefano I, fondatore dello stato magiaro, nel 1031. Utilizzato da allora per le incoronazioni dei re, è uno dei più importanti tesori della storia ungherese. Il mantello è ricamato con oltre 2 Kg di fili d’oro e d’argento su seta verde e viola.

Info
Sito: http://hnm.hu/en
Indirizzo: Muzeum koerut, 14-16

Galleria d’Arte Műcsarnok

La Galleria d’Arte Műcsarnok è il museo delle arti contemporanee di Budapest. La Galleria si trova in piazza degli Eroi, proprio di fronte al Museo di Belle Arti. Ha sede in un edificio neoclassico progettato dall’architetto Albert Schikedanz e costruito nel 1896 per le celebrazioni del Millenario. Dietro il portico a sei colonne della facciata, c’è un affresco del pittore ungherese Lajos Deák Ébner. Si tratta di un trittico le cui parti furono dall’autore intitolate L’inizio della scultura, Le origini delle arti e Le origini della pittura.

All’interno della Galleria d’Arte Műcsarnok sono ospitate solo esibizioni temporanee, sul modello della Kunsthalle tedesca. La Műcsarnok si definisce “un’istituzione nazionale con la missione di esporre le tendenze più significative sia dell’arte contemporanea ungherese che internazionale”. Fin dalla sua istituzione ospita dipinti, fotografie, sculture ed installazioni di artisti contemporanei, divenendo così il centro dell’arte contemporanea ungherese. Sul sito è possibile vedere un tour virtuale delle mostre di volta in volta organizzate.